Giovani 2018-06-20T18:25:35+00:00

Giovani

Promuoviamo Attivamente lo Sviluppo dei Giovani e una Cultura di Cittadinanza Attiva

La Croce Rossa Italiana, in linea con le indicazioni della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (Youth Policy, Strategia 2020), realizza un intervento volto a promuovere lo “sviluppo” del giovane.

Contribuisce a sviluppare le capacità dei giovani affinché possano agire come agenti di cambiamento all’interno delle comunità, promuovendo una cultura della cittadinanza attiva.

Nel quadro della strategia complessiva della Croce Rossa Italiana, i giovani volontari coordinano in prima persona i processi di pianificazione e gestione di attività e progetti che si caratterizzano per la metodologia della peer-education, basata su un approccio tra pari.

Nel perseguire quest’obiettivo la Croce Rossa Italiana promuove una cultura della partecipazione, favorendo quindi la partecipazione attiva dei giovani volontari ai processi decisionali.

Riconoscendo il valore del dialogo e della collaborazione intergenerazionale nel raggiungimento della sua mission, la Croce Rossa Italiana favorisce la partecipazione dei giovani volontari a tutte le attività dell’Associazione.

La Croce Rossa Italiana riconosce il valore dello specifico contributo che la collaborazione tra giovani di differenti Società Nazionali apporta alla sua azione volta all’empowerment dei giovani.

Attività

L’obiettivo strategico 2, l’inclusione sociale, è promuovere lo “sviluppo”

dell’individuo, affrontando le sfide mediante la pianificazione ed implementazione di attività e progetti volti a prevenire, attenuare e rispondere ai differenti processi di esclusione sociale che, in quanto tali, precludono e/o ostacolano il pieno “sviluppo” degli individui; per estensione, della comunità nel suo complesso. Noi Giovani ne siamo parte attiva e coinvolta.

Le attività sono rivolte a chi si trova ai margini della società, in particolare persone:

  • migranti;
  • diversamente abili;
  • con dipendenze patologiche;
  • anziani;
  • vittime di bullismo;
  • senza dimora;
  • ospedalizzate.

Cosa facciamo:

  • attività nelle scuole;
  • unità di strada;
  • attività con persone diversamente abili;
  • Youth On The Run.

L’attività nelle scuole consiste nella spiegazione dei temi, come ad esempio il bullismo, anche attraverso lavori di gruppo interattivi.
L’unità di strada è un’attività dell’Area 2, e i giovani ne sono parte integrante anche con lo scopo di uno “sviluppo” personale.
L’attività con persone diversamente abili consiste nel giocare insieme ai ragazzi disabili ed organizzare momenti ricreativi e di svago.
La Youth On The Run è un gioco di ruolo per comprendere meglio e rispettare chi è dovuto fuggire e vivere lontano dal proprio paese d’origine a causa di persecuzioni o guerre; il gioco consiste nell’impersonare un richiedente asilo ed affrontare le difficoltà incontrate nel tentativo d’emigrazione.

La prevenzione disastri ed emergenze ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare la comunità riguardo a tematiche relative all’ambiente, al clima e all’influenza che l’uomo esercita su questi, e di suggerire comportamenti da tenere e azioni da compiere nell’ottica di uno sviluppo sostenibile. In particolare, le attività di prevenzione e disastri sono rivolte alla fascia giovane e giovanissima della popolazione, che sta formando il proprio carattere, le conoscenze e le abitudini comportamentali adesso. Lo scopo è di aumentare la consapevolezza di come essere più rispettosi verso il mondo in cui viviamo. La domanda da porsi è: come immaginiamo questo futuro?

È sicuramente importante essere consapevoli dei cambiamenti che avvengono e avverranno prossimamente sul nostro pianeta. Ma è altrettanto importante non essere passivi davanti a ciò, così da mitigare e ridurre il rischio.

Le attività da svolgere come Giovani della Croce Rossa mirano principalmente alla sensibilizzazione della popolazione concentrandosi su tematiche come il cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile. Le attività vanno ad inserirsi perciò in un ramo specifico, chiamato DRRCCA, ossia Disaster Risk Reduction and Climate Change Adaptation.

Il nostro compito è di sensibilizzare la popolazione, e noi stessi, a tematiche che vengono sminuite o non considerate, senza rendersi conto che le vittime ultime di molti errori umani sono gli esseri umani stessi. Il cambiamento climatico riguarda tutti noi ed è una realtà attuale, evidenziata da condizioni climatiche sempre più estreme: siccità, desertificazione, alluvioni, cicloni, incendi, ondate di caldo etc. Negli anni a venire, milioni di persone saranno colpite da disastri riconducibili al cambiamento climatico e sempre più spesso si parlerà di profughi ambientali. Questi effetti andranno a ripercuotersi su esseri umani ed ecosistemi, marini e terrestri, per la nostra mancanza di interesse verso ciò che non ci riguarda direttamente e nell’immediato. L’essere umano tende a preoccuparsi davanti ai grandi disastri, mentre il cambiamento graduale passa più inosservato. Eppure è la nostra salute a rimetterci: le ondate di caldo provocano migliaia di morti ogni anno, così come le malattie respiratorie dovute all’inquinamento atmosferico.

A volte sono sufficienti piccoli e semplici gesti, che richiedono soltanto di combattere la pigrizia: fare una corretta raccolta differenziata; spegnere quella luce di troppo; abbassare il riscaldamento; camminare, andare in bici o prendere i mezzi pubblici, invece dell’auto; imparare a riutilizzare ed evitare il “monouso”, perché il miglior rifiuto è quello non prodotto! Il primo passo dev’essere prevenire, non curare.

Le attività che verranno svolte in quest’ambito, come Giovani CRI sono:

  • Laboratorio Biblioteche «E se fossi una lattina vuota?»;
  • M’illumino di meno;
  • Puliamo il mondo.

Il progetto «E se fossi una lattina vuota?» è rivolto ai bambini di età compresa tra i 4 e gli 8 anni, con lo scopo di renderli consapevoli dell’importanza della raccolta differenziata attraverso letture, giochi di squadra e laboratori di riciclo creativo.

“M’illumino di meno” è una campagna dedicata al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili, promossa dalla trasmissione “Caterpillar” di Rai Radio 2, sottolineando quanto i comportamenti quotidiani possano incidere sui consumi energetici, l’importanza di adottare stili di vita sostenibili per un uso efficiente delle risorse naturali, privilegiando il riuso ed il riciclo.

“Puliamo il mondo” è una campagna di volontariato ambientale, organizzata da Legambiente, che consiste nel ripulire dai rifiuti luoghi come parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge.

Le attività di promozione alla salute e stili di vita sani sono pensate per trasmettere informazioni che possano stimolare la popolazione a costruire un piano d’azione e di pensiero che aumenti il proprio benessere, anche nel lungo termine. L’obiettivo finale delle nostre attività è rendere le persone stesse agenti di cambiamento nei confronti della propria famiglia, di comunità più allargate e, più in generale, della società.

Tutto ciò si concretizza tramite il nostro impegno nello svolgere le attività di prevenzione delle malattie non trasmissibili attraverso stili di vita sani, di educazione alla sessualità e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, di educazione alla sicurezza stradale e prevenzione dei comportamenti a rischio e, in ultimo, della promozione della cultura della donazione del sangue.

Le modalità con cui divulghiamo i principi riguardanti la salute e gli stili di vita sani sono diverse, a partire dalle attività di piazza e nei locali fino ad arrivare alle scuole. Spesso risultano anche importanti supporti fotografici e simulazioni in quanto queste riescono a rendere le informazioni trasmesse più concrete.

La prevenzione delle malattie non trasmissibili si basa sulla diffusione di principi riguardanti igiene, dieta ed educazione alimentare; il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione ad adottare stili di vita sani. In particolare il nostro progetto si basa sulla divulgazione di buone norme riguardanti un corretto modello alimentare, il quale viene arricchito anche da consigli generali quali, ad esempio, l’importanza di attività fisica. Tutte le informazioni diffuse attraverso questo progetto concorrono a dare esempi comportamentali necessari per mantenere e migliorare lo stato di salute di ogni persona.

L’attività di Educazione alla Sessualità e Prevenzione delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) si propone di divulgare informazioni medico-sanitarie riguardanti le malattie sessualmente trasmissibili per fare in modo che queste vengano comprese dal punto di vista del loro impatto sulla salute di un individuo. Un altro obiettivo importante delle attività dei giovani CRI riguardanti questo tema è fornire alla popolazione consigli pratici riguardanti la prevenzione delle MST. In ultimo questo tipo di attività è collegato ad un aspetto di inclusione sociale: uno dei nostri obiettivi è infatti quello di sradicare idee di discriminazione nei confronti di individui affetti da MST.

Le attività di educazione stradale sono rivolte all’intera popolazione attraverso modalità di erogazione diverse. In particolare ci impegniamo nell’organizzare giochi interattivi per i più piccoli volti ad insegnare i primi passi per un approccio ad un percorso stradale mentre, per ragazzi e adulti, l’obiettivo delle nostre attività è incentrato sulla prevenzione di comportamenti errati alla guida come alta velocità, guida distratta, mancato rispetto del codice della strada e abuso di alcool.

Le attività di promozione della cultura della donazione del sangue si basano sulla campagna Club 25 Italia. L’obiettivo di questo progetto è sensibilizzare i giovani al di sotto dei venticinque anni a fare della donazione di sangue un comportamento abituale.

Il progetto nasce dalla volontà dei giovani della Croce Rossa Italiana di promuovere l’interesse della popolazione verso l’adozione di abitudini di vita salutari e sicure, diffondere informazioni, basate sull’evidenza medico-scientifica, sulla contraccezione e le malattie sessualmente trasmissibili e discutere sul rispetto di tutte le persone ed i loro orientamenti sessuali.

A, B e C sono le tre strade che consigliamo di seguire:

Abstinence, se non lo fai non rischi niente

Be faithful, la fedeltà del partner ti protegge dal rischio

Condom, usa sempre il preservativo.

I Giovani della Croce Rossa di San Donato Milanese propongono queste attività nelle scuole secondarie, nei locali e nelle piazze.

Molti giovani sono vittime di comportamenti errati alla guida come alta velocità, guida distratta e mancato rispetto del codice della strada, abuso di alcool.

Croce Rossa intende produrre un cambiamento positivo sensibilizzando alla prevenzione dei rischi di incidenti legati ai vari comportamenti a rischio.

L’attività di educazione stradale viene svolta nei locali, nei luoghi di aggregazione giovanile, nelle scuole secondarie attraverso materiale informativo, test a risposta multipla e alcool test.

Articoli

Info & Contatti

Sei interessato alla nostra area Giovani? Compila il modulo sottostante per metterti in contatto direttamente con il responsabile del settore